Sotto la direzione del ristoratore Matteo Amedeo Osso — di origini friulane, con influenze della cucina francese provenienti dal periodo di lavoro trascorso al fianco del Maestro Marchesi, si trasferisce due anni in California dove sviluppa il suo talento per l’arte dolciaria — il menù si trasforma in una vera e propria geografia del gusto fatta di consistenze giustapposte, equilibri precisi, ricerca e contaminazioni internazionali.

Tesa alla valorizzazione della leggerezza, la cucina di Vetri Restaurant è inoltre caratterizzata dagli accenti creativi dello chef di origini filippine, John Mark Nanit per il quale la qualità della materia prima è talmente centrale da trasformare ogni piatto nella celebrazione di un sapore principale.

Una cucina di ricerca i cui elementi appartengono a un abaco del gusto preciso in cui la variabile legata all’offerta quotidiana crea inaspettate combinazioni e contaminazioni di sapori.

Iscriviti alla newsletter →