Il processo creativo nelle storiche vetrerie muranesi del ‘900
a cura di Caterina Toso
Vetro e Disegno

02.02 — 10.05.2020

Progetto espositivo a cura di Caterina Toso, storica del vetro ed erede dell’Archivio della Fratelli Toso, dedicato a ripercorrere – negli spazi di InGalleria – decennio dopo decennio Murano in quello che è stata nel secolo scorso: una fucina di idee, di arte, di innovazione ma anche straordinario e operoso hub produttivo e commerciale su scala internazionale.

 

Vetro e Disegno. Il processo creativo nelle storiche vetrerie muranesi del ‘900 indaga lo stretto legame che unisce il mondo del disegno a quello del vetro attraverso oltre 50 vetri artistici realizzati tra gli anni ’10 e ’80 del Novecento, opere iconiche non solo della vetreria produttrice ma anche del periodo di esecuzione, ai quali si affiancano i disegni che raccontano la loro storia: schizzi, disegni preparatori, disegni per la fornace, disegni definitivi di post-produzione, lucidi per i cataloghi.

Fratelli Toso, Barovier&Toso, SALIR, Venini, AVEM, Seguso Vetri d’Arte, Vetreria Aureliano Toso, Vistosi, Galliano Ferro: queste le vetrerie locali selezionate dalla curatrice per la loro storicità. Fabbriche di grandi dimensioni dove la figura del disegnatore restava ben distinta da quella del maestro, senza far venir meno una stretta collaborazione tra di loro.

Il percorso espositivo è dunque un approfondimento che dal vetro si concentra sul ruolo del disegno e sulla struttura degli archivi delle vetrerie muranesi che, una volta decodificati, restituiscono un’immagine più precisa di come funzionavano le ditte novecentesche.

Le opere, tutti vetri originali, provengono da importanti collezioni private italiane e straniere. In alcuni casi vennero presentate a La Biennale di Venezia, in altri si tratta di opere meno conosciute: un design inedito di Hans Stoltenberg Lerche originale realizzato dalla Fratelli Toso o le vetrate disegnate da Vittorio Zecchin per le porte della ditta SALIR.

Un viaggio a ritroso dunque nel mondo del progetto dal quale emergono i nomi di alcuni grandi designer del vetro novecentesco, da Tomaso Buzzi a Fulvio Bianconi, da Ercole Barovier a Dino Martens i cui disegni trovarono nelle mani dei maestri muranesi i perfetti esecutori.

Disegni provenienti, così come il materiale d’archivio esposto, dai depositi delle vetrerie e da importanti istituzioni private, talvolta mai usciti dai depositi stessi, mai pubblicati o mai esposti al pubblico.

Vetro e Disegno — Il processo creativo nelle storiche vetrerie muranesi del ‘900 sarà corredata da un catalogo a cura di Caterina Toso con la grafica di Designwork.

Iscriviti alla newsletter →